Skip to main content

Exchange

Exchange


Microsoft Exchange Server è un software studiato per agevolare la collaborazione in linea tra vari utenti, è stato introdotto sul mercato da Microsoft nel 1996 come diretto concorrente di programmi quali Lotus Notes / Domino server di IBM e FirstClass Suite di OpenText Corporation.

L'uso di Microsoft Exchange è molto diffuso nelle realtà aziendali in cui sono implementate infrastrutture informatiche basate su prodotti e tecnologie Microsoft. Le funzionalità principali di tale software sono la gestione centralizzata della messaggistica tramite posta elettronica (sia esterna che interna), di calendari e rubriche che possono essere condivisi tra i vari utenti di una rete aziendale. Il client più utilizzato per connettersi ad un server Exchange è Microsoft Outlook, compreso nella suite Microsoft Office, anche se sono disponibili modalità di accesso alternative come l'interfaccia Web fornita Outlook Web Access (OWA) e software prodotti da terze parti.

Una delle caratteristiche salienti è la stretta integrazione col sistema Active Directory che permette di agevolare la gestione degli utenti all'interno di strutture molto complesse.

Modelli di utilizzo dell’Exchange Server

Potete utilizzare Microsoft Exchange Server o come Software as a service (abbreviato in SaaS, cioè “software come servizio”) o come programma installato con licenza sul vostro server.

  • On premises: se volete integrare la soluzione groupware di Microsoft nella vostra infrastruttura IT, avete bisogno di una licenza per il server che vi autorizzi all’installazione del software sul vostro hardware. Inoltre l’utilizzo di Microsoft Exchange presuppone i cosiddetti CAL (Client Access Licenses) che potete o assegnarle a un dispositivo, disponibile per diversi utenti, oppure in alternativa potete autorizzare un determinato utente ad accedere all’Exchange Server tramite diversi dispositivi. È bene osservare che questi CAL non comprendono il diritto di utilizzo per il client necessario.
  • Exchange Online: nell’ambito del servizio online Office 365 Microsoft offre il groupware anche come servizio su Cloud. In questo caso Exchange Server non viene gestito sul vostro computer aziendale, ma hostato sul Cloud di Microsoft. L’accesso alle funzionalità del software richiede un abbonamento utente, la cosiddetta User Subscription License (USL), che vi autorizza a utilizzare Microsoft Exchange Server come SaaS e vi consente inoltre l’uso in parallelo nel vostro centro di elaborazione dati. Pertanto è possibile realizzare con Exchange Online anche diverse soluzioni di hosting ibrido.
  • Hosting per Exchange Server: questa terza opzione vi rende possibile l’utilizzo di tutta la gamma di funzioni di Microsoft Exchange Server rivolgendovi a provider esterni. Di regola si tratta di un provider di web hosting che ha ottenuto le relative licenze per Microsoft, che comprendono l’utilizzo a pagamento del groupware e così gli utenti hanno la possibilità di utilizzare le funzioni indispensabili per le loro esigenze.

Quale tipo di utilizzo fa più al caso vostro dipende soprattutto dal tipo di attività che svolgete. Soluzioni basate sul Cloud sono pensate soprattutto per aziende di medie dimensioni, che non dispongono di regola né di strumenti né del personale adatto per l’installazione e la manutenzione di un’infrastruttura IT professionale. La messa in atto di misure per la protezione dei dati e di lunghe procedure di backup richiedono un impegno piuttosto elevato. Invece nei grandi centri di elaborazione dati, il rispetto degli standard necessari viene assicurato dai fornitori del servizio.