Skip to main content

La Camera di Commercio di Brescia ha approvato il progetto “Punto Impresa Digitale” (PID) per promuovere la diffusione della cultura e della pratica digitale nelle micro, piccole e medie imprese di tutti i settori.

 

Beneficiari

Possono beneficiare di questa agevolazione le micro, piccole e medie imprese bresciane (ovvero con sede legale o un’unità operativa nella provincia di brescia) che:

  • siano iscritte al registro delle imprese e in regola con la denuncia di inizio dell’attività al REA;
  • abbiano legali rappresentanti, amministratori e soci per i quali non sussistano cause di divieto, di decadenza, di sospensione previste dal Codice delle leggi antimafia e delle misure di prevenzione (art. 67 D. Lgs. 6 settembre 2011, n.159).
  • siano in possesso della qualifica artigiana, ove previsto;
  • siano in regola con i contributi dovuti agli Enti previdenziali;
  • siano in regola, con il pagamento del diritto annuale camerale;
  • non abbiano ricevuto e successivamente non rimborsato, o depositato in un conto bloccato, aiuti pubblici concessi in violazione dell'obbligo di notifica ai sensi del Trattato CE o incompatibili con lo stesso;
  • rispettino il Regolamento (UE) n. 1407/2013 della Commissione del 18.12.2013 (Regime de minimis) o il Regolamento (UE) n. 1408/2013 della Commissione del 18.12.2013 (Regime de minimis nel settore agricolo) ;
  • non siano soggette ad amministrazione controllata, a concordato preventivo o a fallimento;

Questi criteri devono essere rispettati sia nel periodo di validità del bando (1.1.2018-31.12.2018), sia al momento della presentazione della domanda e fino alla data del provvedimento di erogazione del contributo.

 

Contributi Previsti

A ciascun soggetto viene riconosciuto un voucher per coprire il 50% del valore delle spese sostenute.

L’importo massimo del contributo riconosciuto è pari a € 10.000,00 mentre l’importo minimo dell’investimento sostenuto dall’impresa deve essere almeno di € 3.000,00 (IVA esclusa).

 

Investimenti Finanziabili

Sono ammessi investimenti in ambiti tecnologici di innovazione digitale previsti dal piano governativo “Impresa 4.0”, riportati nell’Elenco 1 e nell’Elenco 2 consultabili all’articolo 5 del presente bando.

Tutte le spese si intendono al netto dell’IVA e devono rientrare nelle seguenti categorie:

  • consulenza, relativa ad una o più tecnologie tra quelle riportate negli elenchi sopra citati, erogata da fornitori abilitati (articolo 6 del bando);
  • formazione, riguardante una o più tecnologie tra quelle previste negli elenchi sopra citati, erogata da fornitori abilitati (articolo 6 del bando);
  • investimenti in attrezzature tecnologiche e programmi informatici necessari alla realizzazione del progetto nel limite del 50% del totale della spesa prevista per la formazione e/o per la consulenza.

Quali tecnologie rientrano nell’Innovazione digitale 4.0 e sono ammissibili?

  • Soluzioni per la manifattura avanzata
  • Manifattura additiva
  • Realtà aumentata e virtual reality
  • Simulazione
  • Integrazione verticale e orizzontale
  • Industrial Internet e IoT
  • Cloud
  • Cybersicurezza e business continuity
  • Big data e analytics
  • Sistemi di e-commerce
  • Sistemi di pagamento mobile e/o via Internet
  • Sistemi EDI, electronic data interchange
  • Geolocalizzazione
  • Sistemi informativi e gestionali (ad es. ERP, MES, PLM, SCM, CRM, etc.)
  • Tecnologie per l’in-store customer experience
  • RFID, barcode, sistemi di tracking
  • System integration applicata all’automazione dei processi

 

Presentazione della Domanda

La domanda si può presentare dalle ore 9:00 di Martedì 15 Gennaio 2019 fino alle ore 16:00 di Martedì 22 gennaio 2019, e deve riguardare gli interventi effettuati nel periodo dal 1 agosto 2018 al 31 dicembre 2018.

 

Cosa possiamo fare per te

Alba Consulting si occupa di digitalizzazione aziendale per le aziende di Brescia da molti anni. Per questo possiamo capire se gli interventi che hai fatto quest’anno sono ammissibili e nel caso farti ottenere l’agevolazione.